AFFRONTARE UN COLLOQUIO DI SELEZIONE

Colloquio di selezione

Il colloquio di selezione è il momento topico di qualsiasi ricerca di lavoro: in pochi minuti ci si gioca la possibilità di essere scelti.

Affrontare un colloquio di selezione in modo adeguato non è semplice, sia per l’ansia che può sorgere, per la sensazione di essere sotto esame, sia per le difficoltà che molte persone incontrano nel raccontare in modo efficace e convincente le proprie competenze professionali.

Un colloquio di selezione richiede preparazione: non è sufficiente essere se stessi, è necessario essere in grado di spiegare al meglio la propria professionalità, convincendo il proprio interlocutore di essere la persona più adatta a affrontare il suo problema.

Perché la premessa di ogni colloquio di selezione è, infatti, che l’azienda ha un problema, un’esigenza che vuole affrontare e risolvere trovando qualcuno con le caratteristiche, le competenze, il profilo professionale che ritiene più idoneo. Andare ad un colloquio di selezione come se fosse un momento semplicemente per parlare di sé, e non capire che si è lì per risolvere il problema dell’azienda porterà a presentarsi in modo meno efficace.

Proprio per questo motivo, per affrontare in modo efficace il colloquio di selezione, è necessario essere preparati: conoscere la propria storia professionale, saperla descrivere, aver creato un racconto (ed un vocabolario) che siano esaustivi, sufficientemente ricchi di dettagli da incuriosire, ma avendo fatto un lavoro di sintesi sugli aspetti essenziali tale da non annoiare il mio interlocutore con discorsi prolissi. Se per me selezionato quello è un colloquio “unico”, per il mio interlocutore, il selezionatore, io sono uno dei tanti che sta intervistando: mettersi nei suoi panni è importante per capire cosa dire e come dirlo, in modo che si ricordi di me.

Prepararsi ad un colloquio vuol quindi dire immaginarsi a quali domande dovrò rispondere, e pensare quali risposte dare.

Ma quali sono le domande a cui potrei dover rispondere? Essenzialmente le domande a cui si deve rispondere durante un colloquio sono cinque, ed è indispensabile immaginare una risposta per ciascuna di esse.

Le cinque domande che generalmente vengono fatte durante un colloquio sono:

  1. Mi parli di sè
  2. Mi descriva una specifica esperienza lavorativa
  3. Quali ritiene essere i suoi punti di forza e quali i suoi punti di debolezza
  4. Per quale ragione dovremmo assumerla?
  5. Quale ritiene sia lo stipendio giusto per la sua figura professionale?

Ovviamente ciascuna di queste domande potrà presentarsi in forme differenti, ma questo è il nucleo centrale di qualsiasi colloquio di lavoro, e preparare una risposta adatta per ciascuna domanda è fondamentale per svolgere un colloquio di successo.